Ascensori – Altezza delle difese

Ascensori – Altezza delle difese

REGOLE PER VANI PARZIALMENTE CHIUSI

Questa parte del software può essere applicata agli ascensori di installazione recente (secondo la Direttiva 95/16). Le norme ammettono la realizzazione dei vani corsa con difese parziali (vano parzialmente chiuso) che comunque abbiano un altezza sufficiente per ridurre al minimo il rischio di infortunio. L’altezza delle difese del vano corsa viene regolamentata dalle normative in modo da lasciare un buon margine di progettazione architettonico. Calcolift permette di verificare l’altezza delle difese per i lati del vano di corsa che non contengono le porte di piano. I due grafici in basso riportano l’altezza minima richiesta dalle norme in funzione della distanza dalle parti mobili dell’impianto.

Altezza minima delle difese dalle parti mobili dell’ascensore

Se gli organi mobili dell’impianto sono troppo vicini (< 0,5m) o sufficientemente lontani (> 2,0m) per produrre pericolo, il dimensionamento delle difese avviene senza fare calcoli. Quando la distanza dalle parti mobili è invece compresa tra 0.5 e 2 metri bisogna utilizzare l’equazione di una retta per poter ricavare a quale altezza minima far arrivare le difese.

In questo caso con 85 cm il software utilizza l’equazione della retta che passa per i punti x,y = (2,1.1) (0.5,2.5)

FORMULE APPLICATE (Norme Uni 81-20, 81,1)

I tre segmenti riportati nel grafico precedente hanno la seguente formulazione: indicando con d la distanza dagli organi mobili e con h la relativa altezza minima richiesta si può scrivere:

1) per d < 0.5 metri allora h >= 2.5 metri
2) per d > 2.0 metri allora h >= 1.1 metri
3) per d >0.5 e d < 2.0 metri allora h=-\frac{1.4}{1.5}\cdot d+\frac{4.45}{1.5}

APPROFONDIMENTO

Queste regole sono valide per il lati dell’ascensore che non comprendono porte di sbarco al piano.
Con questa parte del software è possibile effettuare una valutazione immediata delle altezze minime richieste per vani parzialmente chiusi. La funzione lineare da applicare quando la distanza dalle parti mobili è compresa tra 0.5 e 2 metri non è certamente facile da ricordare e/o applicare in fase di controllo.

Questo algoritmo di calcolo può essere utile durante le fasi di controllo di installazioni in corso d’opera. La proporzionalità lineare tra distanze e altezze, potrebbe consentire la realizzazione di difese il cui profilo potrebbe anche essere non lineare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.